La Chicchetta - 166

giovedì 9 luglio 2009


Effetti collaterali di questa Italia da bagaglino



Pare che sui giornali all’estero giri una notizia circa l’Italia e il G8. Cioè che ci sarebbe la tentazione in futuro di lasciarci fuori dai summit. Non so come si piazzerebbe, nella scala delle possibili figuracce nazionali, ma mi sa in alta classifica. Fra “naufragio dell’immagine” e “tsunami della reputazione”. Tanto che per le diplomazie mondiali sarebbe un compito titanico trovare una formula appena praticabile per metterci dietro la lavagna. Suppongo potrebbero provare con la proposta di alternare alcuni paesi, per non far torto a nessuno. Magari è una esagerazione, per carità. Ma solo il fatto che venga in mente a qualcuno la dice lunga sulla reputazione che attualmente ci ritroviamo sulla scena internazionale. Qualcosa mi dice che, quando si fa il classico test di rispondere con la prima parola che viene in mente, dopo “Italia” raramente le risposte sono “affidabilità” e “serietà”. Volendo trovare il lato positivo potremmo dire che forse facciamo venire il buonumore al mondo intero. La politica estera personalizzata nello stile fra il Bagaglino e la gita scolastica sembra mostrare qualche effetto indesiderato. Temo che anche il sistema di dare all’opposizione o ad altri cattivoni la colpa di tutto abbia il difettuccio di funzionare solo dove si ha il controllo quasi assoluto dell’informazione.

Ora, almeno per questo G8, speriamo solo in un minimo di autocontrollo.

By Angelo Stelitano


.


.
Visita il sito: http://www.sesante.it/
.


.



.