La Chicchetta - 140

lunedì 18 maggio 2009

Poliziotti senza soldi, ma con l’onore


Stipendi bassi, organici ridotti, ronde di cittadini assetati di giustizia fai da te da gestire.
Torna il reato di oltraggio a pubblico ufficiale.


In questo monstruum legislativo che spinge gli immigrati clandestini nell’illegalità e impedisce l’iscrizione all’anagrafe ai loro figli, in questo pacchetto sicurezza che impone la schedatura dei clochard e la tassa di soggiorno fino a 200 euro a chi già ne guadagna assai pochi, leggo le misure principali e mi vengono le lacrime agli occhi. Ma siccome questo paese, questo governo e questa maggioranza hanno un che di evidentemente grottesco, tale natura grottesca non poteva non insinuarsi anche nel famigerato pacchetto sicurezza licenziato dalla Camera. E il grottesco fa sempre sorridere, amaramente. Ecco allora che, paradossalmente, il governo del pugno duro e della legalità sembra fare di tutto per rendere la vita difficile alle forze dell’ordine. Che non solo guadagnano poco e se ne lamentano giustamente. Che non solo denunciano organici non all’altezza e risorse tanto insufficienti da non poter pagare neanche la benzina delle auto. Ma che adesso dovranno vedersela anche con le ronde dei cittadini, che immagino di assai difficile gestione e digestione di quartiere in quartiere nella loro foga di giustizia fai da te. Insomma zero soldi e bastoni tra le ruote, dal governo della linea dura. Ma poliziotti, carabinieri e via dicendo possono consolarsi con l’onore: torna infatti il reato di oltraggio a pubblico ufficiale. L’aveva abolito il centrosinistra nel 1999. Adesso è di nuovo tra di noi. Prevede “fino a tre anni di reclusione per chi in un luogo pubblico o aperto al pubblico e in presenza di più persone offende l'onore e il prestigio di un ufficiale o agente di pubblica sicurezza”. Evviva. Un bel tuffo nel passato. Basterà a motivare le divise nostrane? Le renderà più forti e intransigenti contro i pericolosi e temibili immigrati clandestini? Lo sapremo presto. Nel frattempo nasce un nuovo albo: quello dei buttafuori di pub e discoteche. Dovranno iscriversi a un apposito elenco.


Chissà se sarà prevista una prova di idoneità professionale? Forse dovranno superare un test pratico...
A quando l’esame di pestaggio?




By Angelo Stelitano



.


.
Visita il sito: http://www.sesante.it/
.


.



.